Servizi

Implementazione modelli organizzativi 231

Lo studio si occupa della implementazione dei modelli organizzativi 231.

Il Decreto Legislativo 8 giugno 2001, n. 231 ha previsto una responsabilità penale delle società per fatti e/o omissioni, origine di reati, compiuti da “organi di vertice” e/o“ dipendenti” a suo vantaggio o interesse, la quale “si aggiunge” a quella della persona fisica che ha “realizzato e/o non prevenuto” materialmente il fatto scaturigine del reato.

Tra le fattispecie di reato previste dal Decreto, a titolo esemplificativo e non esaustivo, ritroviamo:

  • Reati in ambito societario (ad es. derivanti da false comunicazioni sociali nella pubblicazione del bilancio);
  • Reati in ambito sicurezza sul lavoro;
  • Reati in materia ambientale;
  • Reati in ambito di industria e commercio;
  • Reati nell’ambito di rapporti con la Pubblica Amministrazione.

Per ciascuno di questi, la società, può incorrere in sanzioni pecuniarie fino all’importo di Euro 1.549.370,00 (tali sanzioni sono dunque già perfettamente idonee a colpire duramente anche la società più florida). Unitamente (ed in aggiunta) a tali sanzioni pecuniarie, vengono disposte anche sanzioni interdittive, espressamente progettate per paralizzare l’operato dell’ente responsabile ed escluderlo da ogni futura attività economica: 

  • L’esclusione da agevolazioni, finanziamenti, contributi o sussidi;
  • Il divieto di contrattare con la Pubblica Amministrazione; 
  • La sospensione o la revoca delle autorizzazioni, licenze o concessioni per lo svolgimento dell’attività di impresa. 

 

La soluzione? Adottare un Modello D. Lgs 231/01 

Il MOG altro non è che un insieme di procedure interne aziendali di controllo dei rischi da cui possono originarsi i reati sopra elencati. È l’unico strumento (a differenza delle varie certificazioni ISO e/o riconoscimenti e/o attestazioni) in grado di tutelare l’azienda da qualsiasi contestazione: solo la sua adozione permette di beneficiare dell’esimente normativa. Il Modello di organizzazione, gestione e controllo di cui al D. Lgs. n. 231/2001 che, dunque, assume non solo una rilevanza immediata ai fini dell’esonero della responsabilità amministrativa dell’ente, ma anche un ruolo fondamentale per attestare, nell’ambito di eventuali procedimenti penali, l’idoneità dell’attività di vigilanza del delegante sull’attività del delegato.

Get Free Consultation Now

Accounting & Bookkeeping
Tax, Payroll & Compliance
Business Performance

Mellentes seragittis lacinia, mkadipa. Pellentesque id sagittis kondisa, gravida nec massa quisque.